Il runner ed i cani mordaci (i cani maschi si chiaman Birillo mentre le femmine sono Polpetta)

Chi di noi non è mai stato inseguito da un cane?

sia esso un molosso che dietro una rete attende placidamente bastardo per latrarvi un cavernoso UOF al vostro passaggio o un cazzillo tutto salti uggiulati e denti schioccanti…
Chi non è stato inseguito da un demone scaccia postini in un vialetto al tramonto o atterrato da un cucciolone da ottanta Kg felice e giocoso, una autentica macchina produttrice di bava che vi alita addosso la sua giocosità canina…. per poi sentire sullo sfondo la solita inutile raccomandazione della proprietaria.. “non si preoccupi tanto è castrato”… e voi avete un bel da dire  non siete preoccupati per le vostre virtù ma per i vostri polpacci….

Domenica durante la gara un pittbul dietro una rete si è messo ad abbaiarci addosso… io l’ho guardato rispondendo con un “ciao Birillo” che ha lasciato il cane per un secondo stupito… Un mio amico, più stupito del cane mi ha chiesto se lo conoscessi e li ho pronunciato le immortali parole “Mai visto prima: I cani maschi si chiaman ‘Birillo’ mentre le femmine sono ‘Polpetta’!!”…

Qual’è il comportamento giusto da tenere se un cane vi approccia mentre correte (o fate qualsiasi altro cavolaccio vostro)?

1) Scappare lanciando piagnuccolii incoerenti…. Bravi, siete carne morta… mediamente un cane che insegue un runner sta assecondando la sua natura giocosa e cacciatrice, condendola con un po’ di sana stronzaggine canina (aevo scritto bastardaggine… ma gli unici bastardi che conosco sono bipedi implumi…): è molto più divertente inseguire qualcuno che ha paura e scappa nella sera agitando le braccia a mulinello e correndo a zig zag…pessima scelta….

2) avete visto una puntata del talk show della Barbara D’urso che aveva invitato un etologo così, ricordando che i cani non attaccano i cuccioli, vi sdraiate per terra uggiolando e mostrando il tenero ventre mentre, con un colpo di genio teatrale degno di una soap opera, vi urinate volutamente addosso… Bravi…. vi meritate di finire ospiti in una trasmissione della Barbara d’urso (che vi guarda dicendo, ma ci dica cosa ha provato mentre il pastore dei pirenei faceva di voi il suo giocattolo sessuale?)… I cani non sono mica scemi… probabilmente vi urineranno addosso a loro volta per spregio, prima di darvi un morsicotto solo per dimostrarvi che recitate con la stessa credibilità di un politico corrotto che proclama la propria immacolatezza.

3) Memori del fatto che i veri addestratori usano il tedesco per dare i comandi ai cani (mai fidarsi delle affermazioni sentite al bar….) tirate fuori il vostro tedesco da bagnino romagnolo e, invece di dire al cane di stare fermo a cuccia gli chiedete se vuole appartarsi con voi dietro le reti da pescatore stese ad asciugare…. E il cane che ancora una volta dimosta più intelletto di voialtri stupidi umani vi porterà via una manciata di polpaccio solo per poi sputarla schifato….

4) e potrei andare avanti per ore ma, vi assicuro, ne le duecento puntate del “commissario Rex” che avete visto prendendo appunti, o il poster di rintintin che tenete gelosamente occultato nel’anta del’armadio, celato dietro l’ultimo calendario di Max vi salveranno…. siete prede e il vostro scopo è fare divertire gli ellegri cuccioloni!

Quindi?

posto che non mi assumo responsabilihqdefaulttà se tenterete quanto sto per dire entrando nel recinto di Ivan il terribile XXXII (cit. il secondo tragico Fantozzi), io in genere mi comporto così: mi giro verso il cane, con voce non troppo alta ma decisa dico qualcosa tipo “Fermo” o “vai via”… nel frattempo però cerco di capire che intenzioni ha il cane…. se vuole giocare è probabile che si fermi, se è aggressivo…. sono volatili per diabetici :-)))

Ah, sfatiamo un mito: “I LUPI”… ebbene i lupi non attaccano l’uomo! in Italia non sono noti attacchi, nemmeno falliti, di lupi all’uomo. Il lupo è un superpredatore che ha nella sopravvivenza la sua prioprità assoluta. L’uomo è pericoloso e lo evitano, quindi evitiamo di sparare cavolate sui lupi cattivi…. (poi certo, non mi farei trovare in una notte invernale, sul tragitto di un branco a caccia,  bloccato sotto un albero caduto ed una ferita aperta…. ma queste cose accadono solo nei libri di Jack London).

Altro paio di maniche sono i cani rinselvatichiti…  quelli non hanno paura dell’uomo e possono essere pericolosi… Se correte in zone a rischio magari procuratevi uno spray al peperoncino….

In genere se c’è un cane aggressivo la colpa è di un umano stupido…. abbandonate questi ultimi in autostrada e il mondo sarà indubbiamente migliore!

Annunci

Se prima eravamo in sette…adesso siamo in cento AUh AUh AUH!!! (quando la realtà spazzola via ogni più rosea aspettativa)

Stasera copio e incollo senza aggiungere altro se non la mia enorme gioia per i risultati raggiunti 🙂

LA fonte è la pagina facebook del team Spartans

Poco più di un anno per creare in 7, dal nulla, una squadra fondata sui valori dell’amicizia, della passione per lo sport e della voglia di mettersi in gioco migliorandosi ma senza mai prendersi troppo sul serio.

Poco più di un anno per costruire un gruppo sempre più numeroso di persone che sognano traguardi ambiziosi, ognuno il suo, ognuno con la sua dimensione che va dalla prima 10 km alle ultra maratone e agli Ironman, ognuno ugualmente importante perché la fatica è uguale per tutti, sia che si corra a 6’ al chilometro che a 3’.

Poco più di un anno per raggiungere quota 100, quando nessuno di noi avrebbe mai pensato che la filosofia “proporre lo sport per tutti in ottica de-agonistizzata ma senza rinunciare a sognare “ potesse riscuotere così tanto entusiasmo.

100 persone che hanno scelto di far proprio lo spirito spartans per dedicarsi a nuoto, ciclismo, running e triathlon, e che contribuiscono ogni giorno di più a far diventare la squadra una famiglia allargata. Un luogo protetto dove ognuno sa di poter contare sull’altro per condividere i successi e le sconfitte, le soddisfazioni, i dubbi e le paure attraverso cui queste discipline ci insegnano a diventare grandi. Spostare i nostri limiti con il cuore leggero e il sorriso sulla bocca è uno stile di vita, lo stile Spartans.